UN MINUTO DI RESPIRO
di Marco Sabiu

Sono sempre stato affascinato dall’usanza, ormai diventata comune, del minuto di silenzio.
Questa idea, a quanto pare, venne a un giornalista australiano, un certo Edward George Honey, che viveva a Londra nel 1918 e, piuttosto che festeggiare la vittoria degli alleati, volle ricordare la colossale perdita di uomini alla fine della grande guerra.
Un giorno, insieme ai ragazzi che hanno messo insieme questo evento, mi è venuta l’idea di celebrare il Respiro dedicandolgli un minuto intero.
La respirazione è la base della nostra vita, quindi incominciare da lì significa partire direttamente dalla nostra natura.
Noi lo facciamo tutti automaticamente, lo diamo per scontato e spesso ne sottovalutiamo la sua vitale funzione.
Ora dobbiamo sincronizzarci tutti insieme, come se fosse un unico respiro globale ed essere pienamente consapevoli di cosa stiamo facendo.
Ora vi chiedo di alzarvi tutti in piedi, qui davanti. Ci faremo aiutare da un ritmo e una musica per sincronizzare il nostro respiro.
Abbassate tutti le braccia, così.
Al mio via cominciamo ad inspirare alzando le braccia per poi espirare abbassandole.
Pronti?
Via!

Il Minuto di Respiro 2020 (con Marco Sabiu)
Return to Top ▲Return to Top ▲